Corso di canto gregoriano 2016 | I Musici di Santa Pelagia

Il corso propone lo studio teorico e la pratica del canto gregoriano. In particolare, il corso base è rivolto a chi, appassionato del canto in generale, desidera ampliare la propria conoscenza e apprendere i fondamenti di questo canto—preghiera.

Lezioni

Liturgia

La liturgia nel tempo
L’anno liturgico
La liturgia delle Ore

Tecnica vocale

Impostazione della voce
Tecnica dell’articolazione ed emissione vocale
Analisi e tecnica della respirazione

Canto Gregoriano — I corso base

Introduzione e scorcio storico
Cenni di semiologia e modalità
La notazione quadrata
Lettura e solfeggio Ritmo melodico—verbale

Canto Gregoriano — II corso avanzato

Elementi di modalità gregoriana
Notazione gregoriana nelle fonti manoscritte
Analisi estetico—modale di brani appartenenti al repertorio gregoriano autentico

Pratica corale

Esercitazioni in coro

Docenti

padre Paolo Maria Gionta — liturgia
prof.ssa Rosalia Schettini — tecnica vocale
prof. Marco Merletti — canto gregoriano I corso
prof.ssa Anna Gabriella Caldaralo — canto gregoriano II corso

padre Giorgio Guido Bianchi — direttore + pratica corale

Orari

22.08.16 ore 15.00 — apertura del corso
23—27.08.16 ore 9.00-12.15 + 15.30-18.00 — lezioni
28.08.16 — messa con canti gregoriani in basilica

Dove

Il corso si tiene all’interno del Santuario di Vicoforte. Il Monastero Cistercense sorto per volontà del duca Carlo Emanuele I, accolse i Monaci Cistercensi di San Bernardo, del ramo francese detti “foglianti”, ai quali era stata affidata l’ufficiatura della Basilica. Il progetto, dovuto all’architetto di corte Ascanio Vitozzi, è coevo del tempio mariano. Consisteva in origine di un solo lato, divenuto abitabile a partire dal 1613. Grazie ai successivi ampliamenti, si presenta ora come un’imponente costruzione quadrilatera che si sviluppa attorno al chiostro ed è unita alla Basilica da un corridoio chiamato “ala di Madama reale”. Oltre al chiostro si possono ammirare il refettorio con gli affreschi di Mattia Bortoloni (cui si deve in particolare la Cena di Emmaus) e di Felice Biella, risalenti al XVIII sec.; il vestibolo con il monumentale lavabo marmoreo; il coro, collocato nel corpo basilicale, l’ampio corridoio delle celle monastiche; l’ingresso in pietra arenaria (su probabile disegno di Francesco Gallo, autore della cupola); l’imponente scalone consumato dai passi dei monaci e la cappella.

come arrivare

Iscrizione

Il contributo di partecipazione al corso è di € 130,00 — comprensivi della quota di associazione annuale — da versare tramite bonifico intestato a:

Associazione Culturale
I Musici di Santa Pelagia
IT02L0629546480CC0011501832

Si prega di specificare all’atto dell’iscrizione la tipologia di sistemazione richiesta (solo corso o pensione completa).

Soggiorno con pensione completa:
— in camera doppia € 52,00 al giorno
— in camera singola € 57,00 al giorno

Pranzo per i non residenti €15,00 (opzionale)

Per informazioni:
Anna Cuffia — referente
tel. +39 335 8008297