Regie Sinfonie 2017—2018 | I Musici di Santa Pelagia

ANTONELLA PARIGI
Assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte

La rassegna Regie Sinfonie, giunta quest’anno alla sua dodicesima edizione,rappresenta uno dei principali appuntamenti, a livello regionale, dedicati alla musica barocca, nonché una prestigiosa manifestazione del calendario concertistico del nostro territorio. Un festival che costituisce ormai un punto di riferimento nel panorama musicale piemontese e che, nel corso degli anni, ha saputo distinguersi per la qualità dell’offerta artistica.

La rassegna ha così saputo confermare la propria capacità di portare musica di altissimo livello ad un pubblico sempre più ampio, e che proprio per queste caratteristiche abbiamo voluto mettere in rete con altre eccellenze presenti in Piemonte e impegnate nella diffusione della musica preromantica: quest’anno, infatti, grazie alla sinergia tra i Musici di Santa Pelagia, che organizzano Regie Sinfonie, l’Academia Montis Regalis, l’Accademia Ruggero Maghini e l’Accademia Corale Stefano Tempia, abbiamo promosso la nascita di un cartellone unitario e diffuso sul territorio, “Intrecci barocchi”, destinato a diventare un polo dedicato alla musica barocca capace di produrre eventi artistici di grande attrattiva, nonché di valorizzare l’importante patrimonio storico e architettonico legato al barocco piemontese.

Nell’ambito di Regie Sinfonie, i concerti della stagione 2017-2018 si
contraddistinguono ancora una volta per l’estrema varietà e qualità dell’offerta artistica, confermando la capacità della manifestazione di rinnovare il proprio repertorio offrendo nuovi e inediti punti di vista sulla musica barocca. Nell’assolvere al proprio compito di sostegno e promozione della cultura sul territorio, la Regione Piemonte è pertanto lieta di contribuire a una delle massime espressioni dell’offerta culturale e turistica regionale.

Educational

Dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione con le attività tenute in diverse scuole primarie e secondarie di primo grado e con la rappresentazione riservata alle scuole della piccola opera Il Maestro di scuola di Georg Philipp Telemann, Regie Sinfonie prosegue il dialogo con il suo pubblico più giovane con una serie di iniziative di grande interesse. In concomitanza con alcuni dei concerti di maggiore richiamo della stagione, Palazzo Barolo aprirà le sue porte alle scolaresche che si saranno prenotate, per consentire a ragazzi e insegnanti di assistere alle prove dei Musici di Santa Pelagia. In questo modo i ragazzi potranno scoprire i segreti che si celano dietro le quinte di una sala da concerti, ammirare lo splendido Salone d’Onore e alcuni ambienti del palazzo di via delle Orfane e imparare qualche notizia interessante sui compositori e sulle opere in programma grazie alle spiegazioni di uno studioso del repertorio preromantico, che provvederà a soddisfare ogni loro curiosità. Su richiesta dei docenti, possono essere effettuate conferenze con ascolti su temi specifici calibrate in base all’età del pubblico sia presso gli istituti interessati sia a Palazzo Barolo.

Incontri musicali

Quando una stagione musicale come Regie Sinfonie presenta in cartellone compositori e opere pressoché sconosciuti ha l’obbligo morale di offrire al proprio pubblico la possibilità di avvicinarsi in maniera più consapevole a un repertorio che spesso si rivela molto più gradevole e intrigante di certi brani sentiti e risentiti un’infinità di volta. Per questo motivo e per soddisfare gli appassionati che desiderano approfondire le proprie conoscenze, un’ora prima di ogni concerto in programma nel Salone d’Onore di Palazzo Barolo il dottor Giovanni Tasso terrà un incontro su un tema legato al programma proposto. Per rendere l’incontro il più gradevole possibile, non verrà adottato l’abusato modello della “guida all’ascolto” ricca di termini tecnici di difficile comprensione per chi non ha studiato a fondo la teoria e la storia della musica, ma si privilegerà un approccio pensato per inquadrare ogni autore nel suo giusto contesto storico, letterario e artistico, andando in questo modo a collocare nuove tessere a quell’affascinante mosaico che è il patrimonio musicale fiorito in Europa tra il XVII e il XVIII secolo.

calendar

Concerti

4 novembre 2017
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Il vento dei salici

I Musici di Santa Pelagia

25 novembre 2017
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Santo Lapis

Un protagonista
dimenticato del
Barocco italiano

Nicola Brovelli, violoncello
Luigi Accardo, clavicembalo

15 dicembre 2017
Duomo di San Giovanni Battista

Alternatim

Schola Gregoriana “Vox Amica”
Luca Ronzitti, organo e direzione

27 gennaio 2018
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Me lasserà tu mo

Ensemble Les Nations
Maria Luisa Baldassari,
clavicembalo e direzione

10 febbraio 2018
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Il clavicembalo
di Richard Strauss

Andrea Banaudi, clavicembalo
Maurizio Fornero, clavicembalo

10 marzo 2018
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Humanità e
Lucifero

I Musici di Santa Pelagia
Maurizio Fornero, direttore

24 marzo 2018
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Nur

Tesori della
musica armena

Rosy Anoush Svazlian, soprano
Andrea Manzoni, pianoforte

21 aprile 2018
Arciconfraternita della Misericordia

La Città Regina

Ensemble Vocale e
Strumentale Gli Invaghiti
Fabio Furnari, direttore

5 maggio 2018
Salone d’Onore di Palazzo Barolo

Capolavori della
cameristica viennese

Trio di Imola

18 maggio 2018
Chiesa di Santa Pelagia di Torino

Orphée en
guerre!

I Giovani dell’Academia Montis Regalis
Olivia Centurioni, direttore

Incontri musicali

4 novembre 2017 ore 20.00

L’affermazione degli
strumenti a fiato nel
repertorio settecentesco

25 novembre 2017 ore 20.00

La figura romanzesca
di Santo Lapis

27 gennaio 2018 ore 20.00

La frottola e il repertorio
profano

10 febbraio 2018 ore 20.00

La riscoperta del
clavicembalo nel
XX secolo

10 marzo 2018 ore 20.00

Alessandro Scarlatti,
un protagonista
dimenticato del
Barocco italiano

24 marzo 2018 ore 20.00

Incontro con Rosy
Anoush Svazlian

05 maggio 2018 ore 20.00

La grande cameristica
viennese

18 maggio 2018 ore 20.00

Italia e Francia nello
scacchiere del Barocco
europeo